Bonus risparmio energetico: proroga di un anno

impianto fotovoltaico per imprese
Impianto fotovoltaico per imprese. Quanto conviene?
ottobre 22, 2018
impianto elettrico nuovo
Impianto Elettrico nuovo: tutto quello che devi sapere
novembre 12, 2018

Bonus risparmio energetico: proroga di un anno

bonus risparmio energetico

Novità per quanto riguarda il bonus risparmio energetico.

Il complesso sistema delle detrazioni fiscali riporta buone notizie per gli immobili. La legge di Stabilità 2019 potrebbe contenere la proroga di tutte le detrazioni fiscali per i lavori in casa. Il bonus risparmio energetico, il bonus ristrutturazioni e il bonus mobili saranno in vigore anche per il prossimo anno.

Solitamente i bonus casa vengono prorogati solo di anno in anno, ma, come comunicato anche dal Presidente della commissione Industria del Senato Gianni Girotto, si vuole dare un orizzonte temporale più ampio che arrivi fino al 2021. 

Bonus risparmio energetico: proroga di un anno

Il bonus ristrutturazione consiste in una detrazione Irpef al 50% con limite di spesa di 96 mila euro per lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia su abitazioni o parti comuni di edifici condominiali. 

Alcune anticipazioni di questi giorni parlavano del ritorno alla detrazione standard del 36% per un tetto massimo di spesa di 48mila euro, abolendo il regime del 50% in vigore dal 2012.

Invece, in base a quanto riportato nel Documento Programmatico di Bilancio, il governo si sta orientando verso la conferma anche per il 2019 dell’attuale regime agevolato.

Non si annunciano rivoluzioni, quindi, ma alcune conferme importanti. A partire dallo sconto base del 50% per le ristrutturazioni che sarà prorogato fino al 31 dicembre 2019 e resterà identico all’assetto attuale: detrazione al 50% per tutti gli interventi di ristrutturazione edilizia, da suddividere in dieci quote annuali.

Slitta di un anno anche l’ecobonus, ovvero la detrazione per gli interventi di risparmio energetico. Anche questa opportunità resterà nell’assetto attuale.

Si avrà quindi uno sconto base del 65% per la “generalità” degli interventi di riqualificazione energetica, mentre una detrazione al 50% per le altre tipologie di interventi di risparmio energetico che riguardano:

  • acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi;
  • acquisto e posa in opera di schermature solari,
  • acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, e tramite caldaie a condensazione ad efficienza più bassa.

Sembra essersi salvato dai tagli del governo anche il bonus mobili, che consiste in una detrazione Irpef del 50% con tetto di spesa di 10mila euro, per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, da recuperare in 10 anni.

Non si ha nessuna conferma invece per quanto riguarda il bonus verde, che consiste nella detrazione Irpef del 36%, con tetto di spesa di 5mila euro, per la sistemazione di aree verdi, recuperabile in  dieci anni.

Ecoprestito al vaglio del governo

Nella legge di bilancio 2019 potrebbe entrare anche l’ecoprestito, una sorta di prestito a tasso agevolato che sarà concesso da un soggetto pubblico per avviare le opere di ristrutturazione o riqualificazione energetica.

Il governo potrebbe intervenire anche sulla cessione del credito, che è soggetta a varie limitazioni. L’intervento sarebbe rivolto proprio alla rimozione di queste limitazioni per rendere il meccanismo più efficace. 

Grazie alla proroga del bonus risparmio energetico, effettuare interventi di risparmio energetico per la tua abitazione sarà più facile e molto conveniente.

Contatta GLA Impianti

Per avere maggiori informazioni in merito alle detrazioni fiscali puoi inviarci un e-mail all’indirizzo di posta info@glaimpianti.it o chiamare il numero 328 059 5510.

Lo staff di esperti GLA sarà pronto ad ascoltare le tue richieste e rispondere efficacemente alle tue esigenze.