Fotovoltaico: come sfruttarlo al massimo?

perché il riscaldamento a pavimento
Perché il riscaldamento a pavimento? Ecco 3 ottimi motivi
ottobre 9, 2018
impianto fotovoltaico per imprese
Impianto fotovoltaico per imprese. Quanto conviene?
ottobre 22, 2018

Fotovoltaico: come sfruttarlo al massimo?

fotovoltaico come sfruttarlo al massimo

L’onda dell’impianto fotovoltaico, almeno in Italia, non ha ancora raggiunto il proprio massimo. I pannelli solari sono il presente e il futuro per l’autonomia energetica della tua casa e non mancano possibilità, agevolazioni detrazioni per chi decide di installarli.

I pannelli fotovoltaici, inoltre, possono costituire una piccola rendita grazie alla vendita dell’energia prodotta in eccesso nel mercato libero o direttamente allo stato.

Ma come essere sicuri di riuscire a trarre il meglio da questo investimento?

Fotovoltaico come sfruttarlo al massimo?

Autorifornirsi di energia elettrica è tuttora una soluzione valida rispetto all’acquisto di energia dalla rete. Se da un lato il costo dell’energia continua ad aumentare a causa del pericolo dell’esaurimento delle fonti non rinnovabili, dall’altra è vero che l’autoproduzione rende subito disponibile energia elettrica pulita senza che questa passi dalla rete con il conseguente lievitare del prezzo.

Devi assicurarti che il tuo impianto abbia almeno due requisiti fondamentali:

  1. Sia costruito in modo che l’energia prodotta venga prima di tutto autoconsumata all’istante.
  2. Consenta la vendita di tutta l’energia autoprodotta e non consumata alla rete di distribuzione elettrica.

Aumentare l’autoconsumo immediato, riducendo la necessità di prelievo dalla rete dell’energia, è la maniera migliore per abbassare sensibilmente la tua bolletta e quindi per avere il massimo beneficio economico dall’impianto.

Per autoconsumo immediato si intende consumare quanta più energia possibile mentre l’impianto è attivo. Ciò vuol dire utilizzare tutti i carichi domestici di giorno e in particolar modo nei momenti di maggiore soleggiamento.

Solo in questo modo riuscirai ad utilizzare l’energia a costo zero prima che venga immessa nella rete e prima che venga fatturata dal gestore attribuendogli un costo. 

L’energia viene acquistata dalla rete solo quando quest’ultima non è sufficiente; ad esempio in una giornata troppo grigia.

Per aumentare l’autoconsumo è possibile aggiungere, al tuo impianto, un sistema di accumulo. I pannelli fotovoltaici verranno dotati di una serie di batterie opportunamente dimensionate per l’intero sistema. Queste batterie hanno la funzione di accumulare e “trattenere” tutta l’energia che si produce nell’arco della giornata rilasciandola nel momento in cui viene richiesta dai carichi domestici. 

In pratica con un sistema di accumulo puoi utilizzare, anche quando è sera e l’impianto non è più attivo, tutta l’energia elettrica che durante il giorno ha prodotto il tuo sistema fotovoltaico, senza che questa passi dalla rete di distribuzione.

Purtroppo il costo delle batterie è ancora abbastanza elevato e va sommato al costo dell’intero sistema fotovoltaico. 

Tuttavia questo rimane il modo migliore per sfruttare al massimo l’autoproduzione di energia e, nonostante i tempi per ammortizzare il costo iniziale si allungano, l’unico modo per stare al sicuro dai continui aumenti del prezzo di energia elettrica in bolletta. 

Impianto fotovoltaico: scambio sul posto

Nelle giornate particolarmente soleggiate è possibile che le batterie siano completamente cariche e l’impianto ancora attivo. In questo caso è possibile farsi ricompensare l’energia prodotta in eccesso con lo scambio sul posto. 

Lo scambio sul posto (SSP) è il meccanismo che ti permette:

  • sia di immettere in rete e vendere l’energia elettrica prodotta dall’impianto (quella non immediatamente consumata o accumulata);
  • sia di prelevare energia dalla rete quando quella autoprodotta non è sufficiente.

Lo scambio sul posto deve essere richiesto al GSE (Gestore Servizi Energetici).

La convenienza nell’istallazione di un impianto fotovoltaico domestico va dunque ricercata principalmente nel risparmio immediato che si ha sulla bolletta. A questo risparmio va aggiunta la possibilità di avere un rimborso da parte dello Stato sul costo complessivo dell’impianto accedendo ai nuovi incentivi sul fotovoltaico. 

Al momento il Decreto sugli incentivi è ancora in bozza ma dovrebbe essere comunicato nei primi mesi del 2019.

In questo articolo ti mostriamo come è possibile accedere ai nuovi incentivi al fotovoltaico annunciati dal Governo.

Contatta GLA Impianti per sfruttare al massimo il tuo impianto Fotovoltaico

Per saperne di più sull’impianto fotovoltaico e come sfruttarlo al massimo puoi inviarci un e-mail all’indirizzo di posta info@glaimpianti.it, o chiamare il numero 328 059 5510.

Lo staff di esperti GLA sarà pronto ad ascoltare le tue richieste e rispondere efficacemente alle tue esigenze.